Vai al contenuto

GUIDE / PARIGI / COSA VEDERE A PARIGI

Catacombe di Parigi: Biglietti & Guida alla Visita

Guida Pratica alle Catacombe di Parigi: Storia e Cose da Vedere, Biglietti e Prezzi, Come Arrivare e Cosa Vedere nei Dintorni.

Le Catacombe di Parigi, con le loro cripte e cappelle fatte d’ossa e teschi umani, sono tra le attrazioni più incredibili della capitale francese. Venti metri sotto i trafficati viali di Montparnasse, si snoda un mondo sotterraneo ricco di storia, misteri e leggende.

Le Catacombe di Parigi sono indubbiamente una delle attrazioni più insolite ed affascinanti della capitale francese. Sotto le affollate strade della città si nasconde una misteriosa rete di centinaia di chilometri di gallerie e cunicoli: antiche cave di calcare, gesso e argilla risalenti all’epoca gallo-romana, sfruttate per secoli e infine cadute in declino fino al XVIII secolo, quando si cominciò ad utilizzarle come un grande ossario per arginare il drammatico sovraffollamento dei cimiteri parigini.

Sebbene i tunnel si estendano per oltre trecento chilometri, appena un paio sono occupati dalle Catacombe di Parigi, il resto è ancora oggi pressoché inaccessibile e nasconde una vera e propria città sotterranea che ricalca quasi fedelmente la pianta delle strade sovrastanti. Un tratto di 1,7 km delle catacombe è aperto ai visitatori e può essere esplorato in totale sicurezza, ed è certamente il più scenico da visitare.

Questo intricato labirinto sotterraneo, situato nei pressi di Place Denfert-Rochereau, nella zona di Montparnasse, è diventata un’attrazione molto visitata e gli ingressi giornalieri sono limitati, per cui è raccomandato acquistare i biglietti con qualche settimana d’anticipo. Le Catacombe di Parigi sono oggi un enigmatico ossario sotterraneo che conserva i resti di oltre 6 milioni di parigini, il che le rende una delle più grandi necropoli al mondo. L’estro creativo dei conservatori ha contribuito a creare un’atmosfera dal fascino macabro ed unica nel suo genere, con cappelle, volte e pareti realizzate interamente con ossa e teschi accatastati.

Le Catacombe di Parigi: Un Misterioso Mondo Sotterraneo

Quelle che oggi prendono il nome di Catacombe di Parigi, sono in realtà un grande ossario municipale creato alla fine del XVIII secolo per ospitare i resti di milioni di parigini così da risolvere il drammatico sovraffollamento dei cimiteri della città. La labirintica rete di cunicoli è una piccola parte degli oltre trecento chilometri di gallerie, le più antiche risalenti all’epoca gallo-romana, usate per oltre mille anni come cave di materiale da costruzione e conosciute come Les Carrières de Paris.

Similmente a Roma, la città poggia infatti su un sottosuolo ricco di cunicoli, cave, fungaie e gallerie, molte delle quali chiuse dalla fine del ‘700 per evitare il crollo dei palazzi sovrastanti. Nel 1786, il Consiglio di Stato prese la decisione di utilizzare parte di queste cave come fossa comune, in risposta alla crescente e ormai fuori controllo diffusione delle epidemie causate dai cimiteri sovraffollati. La situazione era drammatica e i cimiteri, ormai inglobati nel tessuto cittadino, straripavano di cadaveri in putrefazione e scheletri e teschi accatastati alla rinfusa ovunque.

Vennero prese una serie di contromisure che portarono alla creazione di nuovi e più grandi cimiteri fuori da quelli che all’epoca erano i confini della città, come il famoso Cimitero di Père-Lachaise. Inoltre, in un periodo di due anni a partire dal 1786, le ossa provenienti da tutti i cimiteri di parigini furono trasferite nei cunicoli delle cave, in quelle che sarebbero diventate le Catacombe di Parigi. Il primo cimitero ad essere svuotato fu il Cimetière des Saints-Innocents, il principale camposanto parigino dell’epoca. Le ossa venivano semplicemente gettate nella cava, come una grande fossa comune.

Pochi anni dopo, nel 1810, la supervisione delle cave passò nelle mani di Louis-Étienne Héricart de Thury, che ebbe la brillante idea di trasformarle in un vero e proprio mausoleo. Vennero recuperate molte croci, lapidi e antiche decorazioni dei cimiteri storici, inoltre venne data una disposizione ordinata e, in un certo senso, artistica alle ossa, ai teschi e agli scheletri, creando un macabro mondo sotterraneo che poteva essere facilmente visitato.

Nacquero così le Catacombe di Parigi e furono un successo immediato: i primi facoltosi visitatori ne rimasero talmente affascinati che nella seconda metà dell’Ottocento le catacombe vennero definitivamente aperte al pubblico. Ancora oggi si possono scendere gli scalini che portano nelle viscere della città per esplorare questo enigmatico mondo sotterraneo ricco di storie e di leggende, che nel tempo è stato testimone degli eventi più tragici e salienti della storia cittadina, dalle rivoluzioni alla seconda guerra mondiale.

Cosa Vedere e Come Visitare le Catacombe di Parigi

Le Catacombe di Parigi rappresentano un affascinante viaggio nel cuore oscuro della città. Tuttavia, ciò che è aperto al pubblico è solo una piccola parte della vasta rete di sotterranei e corrisponde esattamente all’affascinante mausoleo creato nei primi anni dell’Ottocento sotto la direzione di Louis-Étienne Héricart de Thury. Il resto delle gallerie rimane per lo più inaccessibile, perché pericoloso. E anche se molti appassionati di urbex (esplorazione urbana) spesso si infiltrano nel misterioso labirinto di cunicoli, questo ufficialmente è illegale e sicuramente nasconde non poche insidie.

Visitare la parte ufficiale delle Catacombe di Parigi è invece facile e perfettamente sicuro, in quanto parte del complesso museale della città di Parigi. Il percorso di visita è praticamente adatto a tutti, ad eccezione – purtroppo – di chi ha disabilità motorie, data la natura particolare del percorso. L’ingresso si trova in Avenue du Colonel Henri Rol-Tanguy, nei pressi di Place Denfert-Rochereau, a pochi passi dal Cimitero di Montparnasse, dalla Tour Montparnasse e dall’Osservatorio di Parigi.

Appena varcato l’ingresso si scendono i 131 gradini di una scala a chiocciola scavata nella pietra, che porta a circa 20 metri di profondità. I cunicoli non sono particolarmente piccoli o angusti e sono suggestivamente illuminati. L’entrata dell’ossario è certamente di grande impatto, con un portale sulla cui architrave è incisa la scritta “Arrête! C’est ici l’empire de la mort!”, ovvero “Fermati! Questo è il regno della morte!”. Ed è soltanto l’inizio: le sale successive sono un crescendo di cripte, cappelle e passaggi decorati con diverse iscrizioni di varie epoche, con citazioni di scrittori e poeti e passi biblici.

Il percorso totale è di circa 1,5 km e si sviluppa nella penombra di sale e gallerie decorate da centinaia di migliaia di teschi ed ossa, impilati per creare muri, colonne e monumenti. Lungo il percorso potrete scoprire molti aneddoti sulla storia e sulle leggende delle Catacombe di Parigi, sui resti dei personaggi più celebri, e sulla loro travagliata storia. Una audio-guida permette di comprendere appieno ciò che si vede, anche se purtroppo non è disponibile in italiano (ma solo in inglese, francese, spagnolo e tedesco).

Tra i milioni di parigini sepolti nelle Catacombe di Parigi non ci sono soltanto sconosciuti, ma anche molti nobili, politici e altri personaggi illustri. I tumulti della Rivoluzione Francese portarono infatti alla profanazione di gran parte delle tombe illustri, incluse quelle di re e regine. Qui vennero gettati i corpi di Danton e di Robespierre, ma anche di Madame de Pompadour e molti altri. La loro storia, insieme a molte altre, può essere scoperta durante la visita, così come si possono ammirare diverse sculture e resti di antichi sarcofagi dalla storia secolare. Notevoli sono alcune cripte, come quella della Passione e quella della Sacellum, un tempo usata per la benedizione delle ossa.

La visita alle Catacombe di Parigi è poi completata da un percorso espositivo che permette di scoprirne la storia, ed è spesso arricchito da mostre temporanee tematiche sulla geologia del luogo, sulla sua storia e sulle tante leggende che lo rendono così affascinante, come quella delle voci dei defunti che risuonerebbero tra i cunicoli dopo la mezzanotte e quella del fantasma di Philibert Aspairt, custode dell’ospedale di Val de Grâce, i cui sotterranei erano collegati alle catacombe. Si narra che morì tra i cunicoli dopo esservi entrato, e fu ritrovato soltanto 11 anni dopo. Secondo la leggenda la sua anima si narra vaga ancora disperatamente alla ricerca di un’uscita.

Biglietti per le Catacombe di Parigi

I biglietti per le Catacombe di Parigi devono essere acquistati online in anticipo. Data la forte richiesta e la particolarità del posto, il numero di ingessi è fortemente limitato e quindi è raccomandato acquistare i biglietti almeno con qualche settimana d’anticipo. Non è possibile acquistarli sul posto.

Il prezzo dei biglietti è di 29 € ed include l’audio-guida e l’ingresso salta-fila. Al momento dell’acquisto occorre prenotare anche l’orario in cui si intende entrare, perché sono ammessi solo pochi visitatori ogni ora. Se non trovate posti disponibili potete dare un’occhiata anche su Tiqets e GetYourGuide. L’ingresso è gratuito per i bambini di età inferiore ai 5 anni.

Orari delle Catacombe di Parigi

Le Catacombe di Parigi sono aperte tutti i giorni ad eccezione del lunedì, dalle 9.45 alle 20.30, con ultimo ingresso alle 19.30. Tuttavia sono ammessi massimo 200 visitatori l’ora e per questo motivo l’ingresso è consentito solo all’orario indicato sul biglietto. Le Catacombe di Parigi sono chiuse il 1° gennaio, il 1° maggio e il 25 dicembre.

Come Arrivare alle Catacombe di Parigi

Arrivare alle Catacombe di Parigi è molto facile: la stazione della metro Denfert-Rochereau (linee 4 e 6) si trova proprio di fronte l’ingresso ed è servita anche dai treni urbani della RER (linea B). Queste tre linee permettono di raggiungere le catacombe in meno di mezz’ora da qualsiasi parte del centro cittadino. Inoltre nelle vicinanze fermano anche i bus 38, 59, 64 e 88.

Le Catacombe di Parigi si raggiungono anche con una facile passeggiata dalla Tour Montparnasse e dalla Gare Montparnasse (circa 20 minuti), che tra l’altro è l’occasione ideale per passare attraverso il Cimitero di Montparnasse, oppure dai Giardini del Lussemburgo (circa 15 minuti).

Cosa Vedere nei Dintorni delle Catacombe di Parigi

Visitare le Catacombe di Parigi è l’occasione perfetta per immergersi nel vivace quartiere di Montparnasse, un tempo uno dei quartieri preferiti da artisti e scrittori. Oggi è un interessante connubio di modernità e storia: si può salire sulla sommità della Tour Montparnasse, che domina lo skyline di Parigi ed offre una vista incredibile sulla città, con tanto di Torre Eiffel sullo sfondo, oppure si può fare una passeggiate nello storico Cimitero di Montparnasse, dove riposano molti celebri scrittori, artisti e filosofi, come Baudelaire, Man Ray e Sartre.

Il quartiere mantiene per lo più un’atmosfera poco turistica ed offre diversi buoni ristoranti e creperie bretoni, mentre con una breve passeggiata si raggiungono i famosi Giardini del Lussemburgo ed il Quartiere Latino, dove si possono visitare il Pantheon di Parigi e i tanti musei nei dintorni della Sorbona, per poi deviare verso il Jardin des Plantes o verso la Senna, raggiungendo la Cattedrale di Notre-Dame. L’intera passeggiata richiede 1-1,5 ore, ma ci si può dedicare tranquillamente almeno una mezza giornata perché le cose da vedere sono tante.

Consigli Pratici per la Visita alle Catacombe di Parigi

Quanto tempo ci vuole per visitare le Catacombe di Parigi?

La visita alle Catacombe di Parigi dura circa 1 ora.

Quanto costa visitare le Catacombe di Parigi?

I prezzi dei biglietti per le Catacombe di Parigi partono dai 29 € a persona.

Chi è sepolto nelle Catacombe di Parigi?

Le Catacombe di Parigi sono un grande ossario municipale e vi sono sepolti i resti di milioni di parigini che un tempo si trovavano in vari cimiteri cittadini, ora non più esistenti. A differenza delle antiche catacombe romane, le Catacombe di Parigi sono d’origine più recente e risalgono al periodo tra la fine del ‘700 e gli inizi dell’ ‘800.

Come vestirsi per visitare le Catacombe di Parigi?

In inverno potreste trovare la temperatura delle Catacombe di Parigi persino piacevole, dato che la temperatura si mantiene costante intorno ai 14°C. D’estate potrebbe essere molto più fresco rispetto all’esterno, quindi vale la pena portare qualcosa a maniche lunghe per coprirsi.

È possibile visitare le Catacombe di Parigi con passeggini o valige?

No, data la particolare conformazione e la presenza di due scalinate per scendere e risalire in superficie, per un totale di quasi 250 scalini, i passeggini non sono ammessi, così come le valigie e gli zaini di grandi dimensioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *