Vai al contenuto

GUIDE / PARIGI / COSA VEDERE A PARIGI

Moulin Rouge Parigi: Biglietti, Prezzi e Guida alla Visita

La Guida al Moulin Rouge di Parigi: Biglietti e Prezzi, Cene con Spettacolo, Come Arrivare e Informazioni Pratiche.

Il Moulin Rouge è la quintessenza del cabaret parigino: un’icona senza tempo che ancora affascina e sorprende con spettacoli di gran gusto ed eleganza, in un’ambientazione d’altri tempi che trasporta il visitatore nella magia della Parigi della Belle Époque.

Il Moulin Rouge è uno dei locali più famosi ed iconici al mondo. Situato ai piedi di Montmartre, nel vecchio quartiere a luci rosse di Pigalle, è un simbolo intramontabile dell’intrattenimento parigino, dalla storia affascinante e dallo spirito vivace e spensierato che ancora oggi – dopo oltre un secolo dalla sua fondazione – richiama spettatori da ogni parte del mondo. Immortalato da artisti e film di successo, il Moulin Rouge è una tappa imperdibile per una serata memorabile, in un luogo che ormai è sinonimo di Parigi tanto quanto la Torre Eiffel.

Facile restare estasiati dagli spettacoli che mettono in scena oltre 60 ballerini e 1000 costumi diversi, il Moulin Rouge è molto più di un luogo di intrattenimento, è un simbolo vivente della cultura parigina, un monumento che offre agli spettatori un’esperienza indimenticabile, con una storia che risale al 1891 ed incarna a pieno lo spirito della Belle Époque. Luogo di nascita del French Cancan, la danza sensuale e audace che ha fatto la storia del cabaret parigino, il Moulin Rouge mette in scena un inimitabile spettacolo intriso di teatro, musica, ballo e seduzione.

Lo Spettacolo del Moulin Rouge di Parigi

Il Moulin Rouge è in un certo senso il simbolo dell’odierna Montmartre e di quel quartiere decadente e ambiguo che è Pigalle. Nessuno resiste al fascino del grande mulino rosso affacciato sul Boulevard de Clichy, magnifico da vedersi di notte, quando scintilla di luce sopra le lunghe file di persone tirate a lucido per lo spettacolo. Dal 1889 il Moulin Rouge è l’erede del successo del Moulin de la Galette, un ristorante danzante ricavato in un vecchio mulino a vento a Montmartre, luogo amato da artisti e scrittori più o meno decadenti.

Ma il Moulin Rouge era fatto di tutt’altra pasta: elegante, sofisticato, raffinato, pensato per attrarre i cittadini più ricchi e diventare epicentro dell’intrattenimento della vivace Parigi della Belle Époque, in uno dei suoi periodi di massimo splendore e fermento artistico, economico e culturale. Immortalato da artisti e raffigurato nelle celebri locandine di Toulouse-Lautrec, reso celebre dall’omonimo film del 2001 con Nicole Kidman, il Moulin Rouge ha affascinato generazioni di spettatori con i suoi meravigliosi spettacoli che hanno fatto la storia del can-can francese, con artisti del calibro di Edith Piaf e Frank Sinatra.

Nato come danza teatrale e seduttiva, il can-can è diventato un vero spettacolo famoso in tutto il mondo. Un tempo audaci e sfrontati, gli spettacoli del Moulin Rouge hanno saputo resistere alla prova del tempo, innovandosi e diventando sempre più coinvolgenti, al passo con le mode e con le tecnologie in costante cambiamento. Celebrità e perfino principi e re, come Edoardo VII d’Inghilterra, hanno assistito ai suoi spettacoli che hanno visto tra le star del palco nomi del calibro di Édith Piaf e Yves Montand, Bing Crosby, Joséphine Baker e Charles Aznavour.

Oggi lo spettacolo del Moulin Rouge è conosciuto con il nome di Féerie e raccoglie tutta l’eredità degli oltre 130 anni di storia, mantenendo una posizione di primissimo piano nel mondo dello spettacolo senza perdere il suo irresistibile fascino retrò. Un’esperienza straordinaria che trasporta gli spettatori in un mondo di magia, musica e danza: ogni sera, sul palco si esibiscono 60 affascinanti Doriss Girls, ballerine rigorosamente selezionate e provenienti da tutto il mondo, portando in scena uno spettacolo di grande impatto visivo.

Vestite con circa 1000 costumi sfavillanti, realizzati dai più prestigiosi laboratori parigini e impreziositi da piume, strass e paillettes, queste artiste incantano il pubblico con la loro grazia e la loro abilità coreografica. Il nome “Doriss Girls” è un omaggio a Dorothea “Miss Doris” Haug, celebre coreografa che ha lasciato il segno negli spettacoli del Moulin Rouge per oltre 40 anni. Queste ballerine, selezionate secondo rigidissimi standard, devono possedere due requisiti fondamentali: essere ballerine di danza classica e avere un’altezza minima di 1.75 metri. Ed ovviamente servono fascino ed un talento eccezionale per calcare il palcoscenico del Moulin Rouge.

Con una durata di quasi 2 ore, lo spettacolo del Moulin Rouge permette agli spettatori di immergersi a pieno nell’atmosfera magica ed elegante del cabaret parigino. Gli spettacoli principali si tengono la sera, alle 21.00 e alle 23.00, e portano in scena centinaia di artisti. Non ci sono soltanto ballerine, ma anche acrobati e musicisti, uomini e donne talentuose provenienti da tutto il mondo, in uno spettacolo che può ricordare quelli dell’arte circense. Quindi nulla di volgare o erotico, anzi, gli spettacoli del Moulin Rouge sono perfettamente adatti alle famiglie!

Lo spettacolo del Moulin Rouge è entrato anche nel Guinness World Records nel 2014, quando le ballerine del corpo di ballo hanno celebrato il 125° anniversario del cabaret con un numero di can-can che prevede ben 29 slanci di gamba simultanei in 30 secondi. Niente male considerando che il costume tradizionale che indossano pesa circa 5 kg ed è composto da oltre 230 metri di tessuto! Un altro record la dice lunga sul fascino raffinato di questo locale: il Moulin Rouge è considerato il maggior consumatore al mondo di champagne, con oltre 350.000 bottiglie l’anno stappate!

Si può optare per una cena con spettacolo (con inizio alle 19.00) o per il semplice spettacolo (si può scegliere tra quello delle 21.00 e quello delle 23.00). Il biglietto include sempre mezza bottiglia di champagne a persona, con la possibilità di scegliere tra diversi menù d’alta cucina francese per la cena (incluse opzioni vegetariane e vegane).

Spettacolo con Cena al Moulin Rouge

Cenare al Moulin Rouge a Parigi è un’esperienza culinaria e visiva che trasporta i visitatori indietro nel tempo, immergendoli nell’atmosfera incantata della Belle Époque. La cena precede lo spettacolo ed inizia alle 19.00, offrendo l’opportunità di assaporare la raffinatezza della cucina francese in un contesto unico e suggestivo, nella favolosa sala del Moulin Rouge, intrisa di eleganza e romanticismo e perfetta per una serata in grande stile parigino, all’insegna del divertimento e dell’eleganza d’altri tempi.

La proposta culinaria del Moulin Rouge è guidata da chef d’esperienza, spesso con un curriculum stellato, ed offre una scelta tra diversi menù, ognuno creato con maestria e ispirato all’arte culinaria francese contemporanea. Le opzioni più classiche sono il menù Toulouse-Lautrec e il menù Belle Époque, entrambi composti da tre portate e accompagnati da mezza bottiglia di champagne. Questi menù offrono una selezione raffinata di piatti, con un’attenzione particolare alla presentazione e ai sapori tipicamente francesi.

La varietà non manca neanche per i più piccoli o per coloro che seguono una dieta vegetariana o vegana, per i quali sono disponibili menù dedicati ed eseguiti con altrettanta cura. La cena è il preludio del grande spettacolo, al quale si assiste dopo cena che nel frattempo è allietata da uno spettacolo di musica dal vivo.

Prezzi e Biglietti per il Moulin Rouge

I biglietti del Moulin Rouge si possono acquistare online scegliendo tra due opzioni principali:

La cena inizia alle 19.00 e precede lo spettacolo delle 21.00. Gli spettacoli sono identici, indipendentemente dal fatto che si partecipi o meno alla cena. Optando per il solo spettacolo si può scegliere tra quello delle 21.00 e quello delle 23.00, che solitamente è meno affollato.

Altrimenti si può optare per dei pacchetti che permettono di vivere alcuni tra i grandi classici parigini nella stessa sera, per una serata davvero emozionante: si può optare per la combinazione di Cena sulla Torre Eiffel + Spettacolo al Moulin Rouge o per una Crociera sulla Senna + Spettacolo al Moulin Rouge, entrambi comprensivi di biglietti, trasporto privato e champagne.

I prezzi dei biglietti per il Moulin Rouge partono dai 180€ a persona per il solo spettacolo e dai 231€ per la cena con spettacolo.

Comprendere il Mito: la Storia del Moulin Rouge di Parigi

Il Moulin Rouge, emblema della vivace scena culturale parigina, ha radici profonde che affondano nella Parigi dell’Ottocento, un’epoca di fervente creatività e trasformazione sociale. La sua storia inizia con l’ispirazione tratta dal successo del Moulin de la Galette, un ristorante danzante ricavato in un vecchio mulino a vento situato nella periferia di Montmartre.

Nel 1870, Charles Ziedler e Joseph Oller decisero di creare un cabaret simile a Pigalle, ai piedi di Montmartre, in un edificio dalla facciata caratterizzata da un grande mulino rosso, puramente decorativo. Tutto era pensato per attrarre le classi più agiate, segnando una netta rottura con l’atmosfera popolare e decadente del quartiere. Il successo fu immediato, al punto che il Moulin Rouge divenne uno dei locali di punta per l’ampia classe benestante della Parigi della Belle Époque, il periodo di rinascita e spensieratezza che seguiva gli anni difficili della Guerra Franco-Prussiana.

Il trionfo del Moulin Rouge era guidato dalla varietà di spettacoli eclettici che spaziavano dagli ordinari ai più curiosi, come quelli di Joseph Pujol, noto come Le Pétomane, o di Edme-Étienne-Jules Renaudin, alias Valentin le Désossé, celebre contorsionista. Le danze, in particolare il celebre can-can, divennero distintive e contribuirono a forgiarne la reputazione internazionale. Tanti personaggi illustri hanno frequentato il Moulin Rouge, per non parlare delle celebri locandine e dipinti di Toulouse-Lautrec, che ne era assiduo frequentatore, che hanno segnato il ritratto di un’epoca.

La fama internazionale arrivò con l’Esposizione Universale del 1900, ispirando la creazione di cabaret simili in tutto il mondo. Nei primi anni del XX secolo, il repertorio si trasformò, accogliendo l’operetta e le estrose coreografie di Mistinguett, tra le personalità più celebri del Moulin Rouge. Negli anni ’50, sotto la direzione di Georges France cominciò un percorso di grande evoluzione, attraendo artisti di fama internazionale e segnando un cammino fatto di continui nuovi spettacoli che nei decenni successivi avrebbero plasmato la storia del locale e la sua estetica, rendendolo il mito senza tempo che è oggi.

Il Moulin Rouge nell’Arte

Il Moulin Rouge ha ispirato numerosi artisti dell’epoca che hanno immortalato la sua vivace atmosfera in dipinti intrisi di spensieratezza e sensualità. Artisti di varie nazionalità hanno catturato non solo gli interni del celebre cabaret, ma anche gli artisti che vi si esibivano regolarmente e i personaggi di spicco che lo frequentavano. Il nome più illustre e conosciuto è sicuramente quello di Henri de Toulouse-Lautrec, che ha fatto la storia non solo per i celebri poster pubblicitari che creò per il locale, ma anche per le sue opere pittoriche, tra cui “Ballo al Moulin Rouge”, “La Goulue arriva al Moulin Rouge” e “Jane Avril lascia il Moulin Rouge”.

Il Moulin Rouge divenne un rifugio per artisti e bohémien, offrendo una fuga dalle rigide regole della società parigina e creando un alone di fascino che avrebbe influenzato le generazioni future. Tant’è che nel 2001 – un secolo dopo la sua fondazione – il locale è stato d’ispirazione per il film “Moulin Rouge!”, diretto da Baz Luhrmann e interpretato da Nicole Kidman, vincitore di 2 premi Oscar e 3 Golden Globe.

Come Arrivare al Moulin Rouge

Il Moulin Rouge si trova sul Boulevard de Clichy, nel quartiere di Pigalle, ai piedi di Montmartre. La fermata della metropolitana Blanche (linea 2) si trova proprio di fronte. Ad una decina di minuti di camminata ci sono anche le stazioni di Place de Clichy (linee 2 e 13) e Pigalle (linee 2 e 12).

Dress Code e Consigli per la Visita del Moulin Rouge

Lo spettacolo del Moulin Rouge è adatto ai bambini?

Si, si può andare al Moulin Rouge con i bambini e con tutta la famiglia, a patto che abbiano almeno 6 anni. Molti pensano che gli spettacoli del Moulin Rouge siano a sfondo erotico, ma in realtà la componente artistica e scenica è di gran lunga preponderante, nulla di volgare ed erotico, ed è perfettamente normale e comune che nel locale siano presenti intere famiglie. Come detto, l’età minima richiesta dal locale è di 6 anni, inoltre i bambini possono avere un menù a loro dedicato durante la cena.

Per cenare al Moulin Rouge bisogna prenotare in anticipo?

Si, la cena con spettacolo al Moulin Rouge va prenotata con un congruo anticipo, considerando che i posti sono molto limitati e che – specialmente quelli per il weekend – potrebbero finire anche un paio di mesi prima.

Per entrare al Moulin Rouge bisogna acquistare i biglietti in anticipo?

È fortemente consigliato acquistare i biglietti per il Moulin Rouge con qualche settimana d’anticipo (anche di più nei periodi festivi e per i weekend). La disponibilità è un pochino maggiore rispetto a quella per la cena al Moulin Rouge, ma difficilmente si riesce a trovare disponibilità con meno di una settimana d’anticipo.

Qual è il dress code del Moulin Rouge?

Il Moulin Rouge ha un dress code piuttosto severo, ma nulla di esagerato: è richiesto un abbigliamento elegante, anche se non è necessario indossare giacca e cravatta. Potreste optare per qualcosa sul business casual, ovvero un abbigliamento da ufficio un pochino più formale (camicia o maglione e pantaloni). È vietato l’abbigliamento sportivo, t-shirt, pantaloncini, bermuda, ciabatte, scarpe da ginnastica e simili. Potrebbe essere l’occasione giusta per sfoggiare qualcosa di elegante e un bell’abito da sera. D’altronde, Parigi è la città perfetta per farlo e le occasioni non mancano.

Cosa Vedere nei Dintorni del Moulin Rouge

Il Moulin Rouge è una tappa molto visitata anche di giorno, quando i turisti si accalcano per fotografarne la facciata. Il motivo è facile, si trova proprio ad un passo da Montmartre, uno dei quartieri più pittoreschi di Parigi, e dalla sua celebre Basilica del Sacro Cuore. Il vecchio quartiere a luci rosse di Pigalle oggi non è più un epicentro di prostituzione e criminalità, anche se è meglio mantenere gli occhi aperti e diffidare dai suoi locali ambigui.

Una bella passeggiata a Montmartre può occupare tranquillamente una mezza giornata, mentre intorno a Pigalle si possono visitare il piccolo ma grazioso Musée de la Vie Romantique e il Museo Gustave Moreau, in quella che era la casa del celebre artista simbolista. Una lunga passeggiata o qualche fermata di metro vi riporteranno verso il quartiere dell’Opéra, tra i maestosi boulevards e le vie dello shopping. Qui potrete dare un’occhiata alle famose Galeries Lafayette e al rinomato Museo Grévin, il museo delle cere di Parigi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *