Vai al contenuto

GUIDE / PARIGI / COSA VEDERE A PARIGI

Atelier des Lumières: Guida Pratica e Biglietti

Guida Pratica alla Visita dell’Atelier des Lumières a Parigi: Cosa Vedere, Mostre Immersive, Biglietti e Sconti, Orari e Informazioni Pratiche.

L’Atelier des Lumières è il primo spazio interamente dedicato all’arte digitale: mostre immersive che fondono luce, suono e nuove tecnologie, per una fruizione dell’arte che supera le concezioni ordinarie.

L’Atelier des Lumières è il primo museo d’arte digitale di Parigi, nonché uno dei primi al mondo. Uno spazio interamente dedicato alle mostre immersive d’arte digitale, che attraverso le nuove tecnologie – come la rielaborazione e proiezione in altissima definizione delle opere d’arte – trasporta il visitatore all’interno del mondo fantastico dell’opera stessa. Situato in una vecchia fonderia del 1835 rimodellata secondo un design contemporaneo, l’Atelier des Lumières si pone come uno dei musei più innovativi ed interessanti della scena parigina.

Atelier des Lumières: il Primo Museo d’Arte Digitale di Parigi

Ci sono diversi buoni motivi per spingersi tra i quartieri a nord di Place de la Bastille, verso lo storico Cimitero del Père-Lachaise, ed uno di questi è certamente una visita all’Atelier des Lumières, uno tra i musei più interessanti della scena artistica contemporanea parigina, interamente dedicato all’arte digitale. Ben 3.300 metri quadrati di spazio espositivo con installazioni multimediali e immersive, una tappa imperdibile per gli amanti dell’arte e per chiunque desideri sperimentare una fusione straordinaria tra arte, tecnologia e spettacolo.

Qui, le opere d’arte prendono vita davanti agli occhi dei visitatori, sincronizzate con la musica e in continua trasformazione. I dipinti e le architetture sembrano fondersi e dissolversi, permettendo agli spettatori di entrare virtualmente in contatto con personaggi e immagini che sembrano emergere direttamente dall’opera stessa. Il concept del museo è basato su installazioni che trasformano celebri opere d’arte in visioni fantastiche, attraverso cicli di proiezioni della durata media di 30 minuti.

Le installazioni cambiano più volte all’anno, restando in mostra solitamente per alcuni mesi. Spesso nello stesso spazio si tengono 2-3 mostre, per cui al mattino è possibile vederne una e al pomeriggio un’altra. In generale, la visita al museo dura tra i 45 e i 60 minuti, e durante questo tempo sarete liberi di passeggiare nella sala (e nell’opera), sedervi, sdraiarvi sul pavimento e immergervi completamente nell’incredibile bellezza dell’arte digitale. Sarà come essere avvolti dall’opera d’arte, con la possibilità di carpirne dettagli celati e misteriosi.

L’Atelier des Lumières è organizzato su due sale: la principale – conosciuta come La Halle – è uno spazio di 1.500 metri quadrati dedicato alle mostre digitali più importanti, affiancata da una sala più piccola – chiamata Le Studio – dedicata a mostre più sperimentali e alle esibizioni d’arte digitale di artisti emergenti o più o meno noti. Le mostre principali dell’Atelier des Lumières sono realizzate da alcuni tra i migliori creativi della scena europea e solitamente presentano sotto una luce nuova e affascinante alcune tra le opere di grandi artisti contemporanei, come Van Gogh, Klimt, Dalí, Monet e Cézanne.

Per realizzare questa coinvolgente esperienza artistica, le mostre dell’Atelier des Lumières fanno uso di migliaia di immagini ad altissima definizione, frutto di un sofisticato lavoro di digitalizzazione delle opere d’arte. Il tutto è abilmente sincronizzato con musiche e suoni composti ad hoc e proiettato attraverso una innovativa tecnologia denominata AMIEX (Art and Music Immersive Experience), sviluppata da Culturespaces, fondatrice ed ideatrice del museo.

Con un impressionante arsenale di 140 proiettori ad alta definizione, le immagini diventano parte dell’ambiente architettonico, dal pavimento al soffitto, in ogni direzione, permettendo al visitatore di camminare nell’opera. Il risultato è un’esperienza artistica digitale che va ben oltre l’osservazione passiva delle opere d’arte, dove il visitatore entra completamente all’interno delle opera stessa.

Biglietti per l’Atelier des Lumières

L’Atelier des Lumières non ha una collezione permanente, ma ospita esclusivamente mostre temporanee d’arte digitale. Possono esserci anche più mostre contemporaneamente (ad esempio 2 al mattino ed 1 il pomeriggio o viceversa). Il biglietto vale soltanto per una mostra e solitamente per le altre che si svolgono nella stessa fascia oraria (ad esempio: per tutte le mostre del mattino).

Il Biglietto Open dell’Atelier des Lumières è valido per l’intera giornata (non richiede di dover prenotare un certo orario d’ingresso), si può scegliere direttamente sul posto quali mostre vedere e non richiede di prenotare uno specifico giorno, ma basta indicare una data e sarà valido per un accesso entro un mese da quella data.

Il Biglietto Open costa 35 €, ma attualmente si trova in promozione a 29 € su Tiqets. L’ingresso è gratuito per i bambini sotto i 5 anni.

L’Atelier des Lumières, da Fonderia a Spazio Espositivo

L’Atelier des Lumières si trova all’interno dell’ex fonderia Chemin-Vert, fondata nel 1835 dai fratelli Plichon e un tempo specializzata nella produzione di pezzi in ghisa d’alta qualità per la costruzione di navi e ferrovie. Travolta dalla crisi del ’29, continuò ad operare per decenni come fabbrica di utensili prima di finire in rovina.

Nei primi anni 2000 la vecchia fonderia fu riscoperta da Bruno Monnier – presidente di Culturespaces, società specializzata in esposizioni artistiche immersive – che con il supporto della famiglia Martin, ultima proprietaria dello stabile, lanciò un’ambiziosa riconversione in quello che sarebbe diventato il primo centro parigino interamente dedicato all’arte digitale. Dopo una lunga fase di lavori, l’Atelier des Lumières ha finalmente aperto le porte ai visitatori nel 2018 e da allora è rapidamente diventato uno degli spazi più noti al mondo per l’arte digitale.

Adesso in Mostra all’Atelier des Lumières

Il calendario di mostre temporanee dell’Atelier des Lumières varia costantemente, queste sono quelle visitabili nella stagione 2024-2025:

  • L’ÉGYPTE DES PHARAONS: Dal 9 febbraio 2024 al 5 gennaio 2025
    Un incredibile viaggio attraverso i capolavori di questa mitica civiltà che attraversa tre millenni, dalle piramidi alle sculture monumentali dei faraoni, dal Nilo ai tempi più imponenti.
  • FOREIGN NATURE: Dal 9 febbraio 2024 al 5 gennaio 2025
    C’è qualcosa di gran fascino nelle forme più intime della natura e quest’opera di Julius Horsthuis lo dimostra: frattali generati al computer fondono arte e meraviglie matematiche.
  • LES ORIENTALISTES: Dal 9 febbraio 2024 al 5 gennaio 2025
    Dai diari di viaggio di Delacroix emergono tratti esotici e misteri di terre lontane: un’immersione nei colori e nelle suggestioni degli orientalisti, come Delacroix, Gérôme, Ingres e molti altri.

Tra le mostre passate, queste sono state alcune delle più importanti:

  • Chagall – Paris-New York (2023-2024)
    Una mostra digitale celebra Marc Chagall, esplorando la sua evoluta carriera artistica e la sua unicità che si intreccia con le tendenze culturali del suo tempo.
  • Paul Klee – Painting Music (2023-2024)
    Le opere poetiche e colorate di Paul Klee trasformate in un affascinante spettacolo visivo che esplora il ruolo centrale della musica nella sua ispirazione artistica.
  • Convergence – Sounds and Colors (2023-2024)
    Un’immersione nella tranquillità e nella meditazione, con elementi visivi che esplorano la trasformazione e il caos della materia.
  • Ocean Odyssey – The Immersive Adventure (2023-2024)
    Un’immersione nell’universo marino attraverso le straordinarie fotografie subacquee di Brian Skerry, un fotografo di fama internazionale che lavora per la conservazione degli oceani.

Orari di Apertura dell’Atelier des Lumières

L’Atelier des Lumières è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00, con orario prolungato il venerdì e il sabato fino alle 22.00 e la domenica fino alle 19.00. In alcuni periodi dell’anno l’orario è prolungato fino alle 22.00 anche nei restanti giorni della settimana, esclusa la domenica.

Come Arrivare all’Atelier des Lumières

L’Atelier des Lumières si trova a meno di 10 minuti di cammino dal Cimitero del Père-Lachaise. Si può raggiungere facilmente anche con i mezzi pubblici. Le fermate della metro più vicine sono Voltaire e Saint-Ambroise (Linea 9)Rue Saint-Maur (Linea 3) e Père Lachaise (Linea 2). Dalle fermate il museo dista circa 400-500 metri a piedi. Nelle vicinanze del museo fermano anche i bus 46 (fermata Chemin Vert), 61 e 69 (fermata Folie Regnault – Chemin Vert).

Cose da Vedere nei Dintorni dell’Atelier des Lumières

Nelle vicinanze dell’Atelier des Lumières potrete visitare il famoso Cimitero di Père-Lachaise, luogo di sepoltura di molte personalità illustri e celebrità. Una breve passeggiata e sarete in Place de la Bastille. A meno di 2 km potrete immergervi nel bel quartiere de Le Marais, con le sue pasticcerie ebraiche e i suoi interessanti musei, come il Musée National Picasso e il Museo Carnavalet.

A due passi troverete una delle piazze più antiche di Parigi, Place des Vosges, e dirigendovi verso la Senna potrete fare una visita alla Maison Européenne de la Photographie. Da lì in un attimo sarete di nuovo nel cuore di Parigi: l’Île Saint-Louis si trova praticamente di fronte.


Foto di copertina: ©Culturespaces – C. de la Motte Rouge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *