Vai al contenuto

GUIDE / PARIGI / COSA VEDERE A PARIGI

Acquario di Parigi: Biglietti e Guida Pratica

Guida alla Visita dell’Acquario di Parigi (Cinéaqua): Cose da Vedere, Biglietti e Informazioni Pratiche.

L’Acquario di Parigi, situato nei giardini del Trocadéro, è uno dei più antichi al mondo ed offre un’interessante panoramica sulle specie che vivono in tutti i mari francesi, dal Mediterraneo all’Atlantico, per concludere con i lontani oceani dei Territori Francesi d’Oltremare.

L’Acquario di Parigi, noto anche come Aquarium de Paris Cinéaqua è una delle attrazioni meno note della città, ma offre un’interessante panoramica sulla vita marina dell’Oceano Atlantico e dei Territori d’Oltremare. Ospita oltre 13 mila pesci e invertebrati, alcune tra le vasche di squali più grandi di Francia e un programma variegato di attività, spettacoli per famiglie e proiezioni di documentari. Il tutto nel vero cuore di Parigi, proprio sotto i giardini del Trocadéro.

Inaugurato nel 1867 in occasione di una monumentale Esposizione Universale voluta da Napoleone III, ha la fama di essere l’acquario più antico al mondo. Seppur di dimensioni piuttosto modeste, vanta una collezione piuttosto interessante, con sezioni dedicate ai diversi ecosistemi marini e diverse attività interattive capaci di coinvolgere visitatori di tutte le età.

Cosa Vedere all’Acquario di Parigi

L’Acquario di Parigi, situato appena al di sotto dei Giardini del Trocadéro, proprio di fronte la Torre Eiffel, ospita oltre 13 mila pesci e invertebrati provenienti da tutti i mari della Francia continentale e d’oltremare, tra cui 38 grandi squali, 2.500 meduse e 700 colonie di coralli. Contiene oltre 4 milioni di litri d’acqua e conta 43 vasche che riproducono habitat differenti. Le prime sei vasche rappresentano l’ambiente acquatico della Senna, seguite da altre 8 vasche dedicate all’ecosistema marino del Canale della Manica. Qui potrete vedere specie piuttosto comuni, come carpe, orate, spigole e crostacei, ma anche sgombri, razze, aragoste e orate.

Il percorso di visita si snoda tra le specie del Mediterraneo per poi passare a quelle più esotiche dell’Oceano Indiano e dell’Oceano Pacifico, con un focus sulla meravigliosa barriera corallina della Nuova Caledonia (collettività francese d’oltremare), particolarmente famosa per essere la più estesa al mondo e per la sua incredibile biodiversità. C’è una sezione anche dedicata al Mar dei Caraibi, anch’esso immensamente noto per la sua biodiversità animale e vegetale. Alcune delle star di queste vasche sono il pesce angelo francese (della famiglia delle Pomacanthidae) e il pesce chirurgo (della famiglia delle Acanthuridae).

Tunnel degli squali

Una delle attrazioni più famose dell’Acquario di Parigi è la grande vasca da 3 milioni di litri d’acqua in cui nuotano 38 grandi squali appartenenti a 4 diverse specie: squali pinna nera, squali grigi, squali nutrice e squali zebra. Quest’ultimi sono una rarità, e l’Acquario di Parigi è il secondo in Europa ad accoglierne degli esemplari. A far compagnia a questi giganti dell’oceano ci sono anche alcuni esemplari di squalo sculpin, di dimensioni minori, a volte detto anche squalo tappeto per la sua colorazione caratteristica.

Il lunedì, il mercoledì e il venerdì alle 14:30 si può assistere al pasto degli squali, alimentati con una dieta specifica che prevede per lo più calamari, sgombri, capelin e naselli, per un totale di almeno due chilogrammi di pesce ciascuno.

Il Medusario

Il Medusario (Medusarium) dell’Acquario di Parigi è la terza collezione al mondo del genere per grandezza, ed è davvero spettacolare. Accoglie circa 2.500 esemplari di meduse appartenenti a 50 diverse specie, con dimensioni che variano da pochi millimetri ad oltre 50 centimetri. Lo scopo del Medusario è quello di illustrare la fragile bellezza di questi animali, sensibilizzando anche sui cambiamenti climatici e il loro impatto sugli ecosistemi marini.

La presenza di alcune specie di meduse è infatti un indicatore di variazioni di temperatura dei nostri mari, della pesca eccessiva e dell’inquinamento delle acque, tutti fattori che favoriscono il proliferare di alcune specie invasive a danno di quelle autoctone. Gli esemplari disposti in 25 vasche offrono un ipnotizzante spettacolo di colori, mentre queste affascinanti creature marine fluttuano dolcemente con movimenti caratteristici, diversi da specie a specie.

Coralli

Un’altra affascinante attrazione dell’Acquario di Parigi è la sezione dedicata ai coralli, considerati tra i più grandi costruttori viventi del nostro pianeta. Basti pensare che sommando le barriere coralline sparse per il mondo – vale la pena ricordare che i coralli sono organismi viventi – si ottiene una superficie almeno pari a quella della Francia! Le vasche del Cinéaqua ospitano ben 700 colonie di coralli di diverse specie, oltre ad una grande collezione di gorgonie, invertebrati dalla struttura ramificata e piatta, simili ai coralli, che vivono nel Canale della Manica e nell’Oceano Atlantico.

Ecosistemi delle Mangrovie

Un angolo esotico nel cuore di Parigi: la sezione delle mangrovie è interamente dedicata a queste specie che vivono all’interfaccia tra gli ecosistemi della terraferma e quelli acquatici, crescendo lungo le sponde dei fiumi o degli oceani con le radici completamente sommerse dall’acqua. Questa parte dell’Acquario di Parigi è divisa in tre bacini dedicati ad altrettanti ecosistemi: le mangrovie della Guyana – originarie dei selvaggi bacini dell’Amazzonia, – le mangrovie di Mayotte – nell’Oceano Indiano – e quelle di Futuna, nel Pacifico Meridionale.

Il percorso si snoda attraverso un’ambientazione che ricrea i paesaggi originari delle mangrovie, con una parete coperta da oltre 150 orchidee, piante originarie degli stessi ecosistemi tropicali, e alcune esperienze sensoriali, come suoni e rumori della foresta tropicale che accompagnano i visitatori.

Vasca Tattile delle Carpe Koi

Questa è l’attrazione dell’Acquario di Parigi più amata dai bambini: la vasca tattile dedicata alle carpe Koi offre l’opportunità di interagire direttamente con questi affascinanti pesci. Si può accarezzarli e provare a dargli da mangiare. Questa specie dai colori sgargianti, un tempo molto diffusa in oriente, è famosa per la sua abilità di nuotare controcorrente e per l’essere un apprezzato pesce ornamentale in Giappone, dove ha anche un significato simbolico. In ogni caso, si dice che questi pesci siano portatori di buona fortuna e prosperità.

Attività didattiche e spettacoli

L’esperienza dell’Acquario di Parigi è completata da due sale cinematografiche – se mai vi stavate chiedendo il perché del nome Cinéaqua – con una programmazione continua di documentari e filmati interattivi sulle meraviglie del mondo marino. I bambini possono assistere inoltre ad un programma di attività didattiche e di intrattenimento, come lo spettacolo delle sirene che nuotano immerse nell’acquario e presentano diverse specie che abitano gli oceani.

Altri eventi (per lo più in francese) permettono a grandi e piccoli di scoprire curiosità sul mondo marino, sugli squali e sulle meduse e sull’impatto dell’uomo e dei cambiamenti climatici sugli ecosistemi marini. Il programma aggiornato degli spettacoli è consultabile qui.

Biglietti per l’Acquario di Parigi

I biglietti per l’Acquario di Parigi partono da 21 € per gli adulti (26 € nei fine settimana) e 15 € per i bambini dai 3 ai 12 anni (19 € nei fine settimana). L’ingresso è gratuito per i bambini con meno di 3 anni. I biglietti sono acquistabili online, al momento della prenotazione si sceglie un’orario preferito per l’ingresso, il che garantisce accesso prioritario sul posto, evitando le file. In ogni caso il biglietto è valido per l’intera giornata.

A volte sono disponibili biglietti scontati (fino al 25%), date un’occhiata qui.

L’ingresso all’Acquario di Parigi è gratuito per i possessori del Paris Pass, che permette di accedere gratuitamente alle principali attrazioni e musei della città.

Orari di Apertura dell’Acquario di Parigi

L’Acquario di Parigi è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00 (ultimo ingresso alle 18.00). Il sabato sera si può partecipare ad una visita serale (ingressi alle 19.00 e alle 19.30, chiusura alle 21.00) che include anche una coppa di champagne o una bevanda analcolica. La visita serale si può prenotare qui.

Come Arrivare all’Acquario di Parigi

L’Acquario di Parigi si trova nei Giardini del Trocadéro, sul lato di Av. Albert de Mun e Av. des Nations Unies, a pochi passi dai musei e dalla terrazza del Trocadéro e dalla Torre Eiffel. Ci si arriva facilmente con la metropolitana, le stazioni più vicine sono Trocadéro (linee 6 e 9) e Iéna (linea 9). Si trova a pochi passi anche dalla fermata del Batobus, i battelli fluviali che collegano Parigi da parte a parte. In ogni caso l’ingresso dell’acquario si raggiunge in meno di 5 minuti a piedi.

In alternativa ci si può arrivare anche in bus, scendendo alle fermate Trocadéro (linea 22), Albert de Mun (linee 30, 32 e 63), Pont d’Iéna (linea 72), Varsovie (linea 82).

Cose da Vedere nei Dintorni dell’Acquario di Parigi

L’Acquario di Parigi si trova nel cuore della città e di certo non mancano le cose da fare e vedere nei dintorni. Imperdibile la vista dalla terrazza del Trocadéro, splendidamente affacciata sulla Torre Eiffel. Quindi visitate il monumento simbolo di Parigi, ma assicuratevi di prenotare i biglietti online per non fare ore e ore di fila, poi esplorate la zona nei dintorni, romanticamente affacciata sulla Senna. Proprio qui partono le favolose Crociere sulla Senna, una delle attrazioni più amate e caratteristiche di Parigi.

Gli amanti dell’arte non dovrebbero perdersi il Palais de Tokyo, dedicato all’arte contemporanea, e il vicino Musée du Quai Branly, dedicato alle arti esotiche e alle culture del mondo. Poi una breve passeggiata porta verso l’Esplanade des Invalides e gli Champs-Élysées.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *