Pawiak: la prigione della reclusione politica a Varsavia

Prigione Pawiak Prison Varsavia

Pawiak è uno di quei nomi che nella mente dei cittadini di Varsavia, soprattutto di quelli che la guerra l’hanno vissuta, incute più terrore.

Pawiak è il nome di una prigione, situata per l’appunto in via Pawia, costruita nel 1835 con lo scopo di essere luogo di restrizione dei detenuti politici.

Nelle Rivolte del Gennaio 1836 contro l’Impero Russo la prigione di Pawiak diventò luogo di transito per i polacchi destinati alla deportazione in Siberia.

Dopo che la Polonia raggiunse l’indipendenza Pawiak fu trasformata in un carcere maschile per criminali comuni. Il capitolo più nero della sua storia venne scritto però a partire dal 1939, quando fu trasformata in una Prigione della Gestapo.

Pawiak Prigione Gestapo Prison Varsavia

Durante la Seconda Guerra Mondiale nella Prigione di Pawiak persero la vita almeno 37.000 persone.

La Gestapo ne fece una roccaforte nella quale rinchiudere partigiani, ribelli e prigionieri politici, oltre un buon numero di civili catturati durante i rastrellamenti per le strade del Ghetto di Varsavia o di altre parti della città.

Si stima che durante gli anni del Nazismo siano transitati per Pawiak circa 100.000 uomini e 200.000 donne. Almeno 60.000 persone da qui sono state inviati ai campi di sterminio o di concentramento. Non è facile stabilire numeri precisi perché l’archivio della prigione non è mai stato ritrovato.

Le truppe naziste prima di fuggire da Varsavia rasero al suolo la prigione, anche attraverso pesanti bombardamenti. Ad oggi sono rimasti solo alcuni resti del basamento e parte del cancello di ingresso.

La Prigione è stata trasformata in un museo, nel quale è possibile osservare oggetti e spiegazioni che permettono di comprendere meglio la storia del posto, ma soprattutto di avere un quadro più completo della storia del Ghetto di Varsavia e dell’epoca dell’oppressione tedesca in Polonia.

COME VISITARE LA PRIGIONE PAWIAK

Il museo si trova in Ul. Dzielna 24-26 ed è visitabile dal mercoledì al venerdì pagando un piccolo ticket di 8 zl, circa 1,80 euro. L’ingresso è gratuito per chi ha già visitato il Quartier Generale della Gestapo di Varsavia.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.