Vai al contenuto

GUIDE DI VIAGGIO / ALBANIA

Dhermi (Albania): Migliori Spiagge e Guida di Viaggio

La guida pratica alla visita di Dhermi, Albania: le spiagge più belle, le migliori cose da vedere e da fare, i migliori ristoranti e hotel e tanti altri consigli utili per il tuo viaggio!

Arroccato lungo uno dei tratti più belli della Riviera Albanese, il borgo di Dhermi è famoso per le sue belle spiagge e il mare cristallino. Ma è anche la porta d’accesso ai paesaggi montuosi e selvaggi del Parco Nazionale di Llogara, con i suoi sentieri, le sue favolose viste sul mare, antichi villaggi e baie secluse.

Dhermi è una delle mete estive più popolari della Riviera Albanese. Chilometri di spiagge di finissima ghiaia bianca si affacciano su uno dei tratti più belli del Mar Ionio, che va dalla Penisola di Karaburun fino alla cittadina marinara di Himarë, passando per i minuscoli ed antichi borghi di Iljas e Vuno. La strada SH8 che da Valona corre verso sud attraversando l’intera riviera, si inerpica sul Passo di Llogara per poi ridiscendere una serie di tornanti verso l’abitato di Dhermi, regalando ai viaggiatori panorami mozzafiato e l’opportunità di scoprire uno degli angoli più sorprendenti del Paese.

Il piccolo e antico borgo di Dhermi, piuttosto sonnacchioso in inverno e pieno di vita in estate, quando è una delle mete predilette sia dei locali, sia dei turisti stranieri, offre una una manciata di buoni hotel, qualche buon ristorante che serve semplici piatti di pesce e specialità regionali, e decine di beach club di buon livello. Nei dintorni non mancano le opportunità per escursioni, passeggiate nella natura e gite in barca, rendendo Dhermi una delle destinazioni balneari più sorprendenti del Mar Ionio.

DHERMI: UNO DEGLI ANGOLI PIÙ BELLI DELLA RIVIERA ALBANESE

Dhermi (in albanese Dhërmi) è un paesino arroccato ai piedi dei Monti Acrocerauni, un’alta ed aspra catena montuosa che si erge possente dalla costa del Mar Ionio, proprio al centro della bella Riviera Albanese, a 40 km da Valona e 40 km da Saranda. L’abitato sorge ad un’altitudine di 200 metri e digrada dolcemente verso il mare, formando una serie di belle spiagge di fini ciottoli bianchi, affacciate su uno dei tratti più belli della costa ionica.

Questo rende Dhermi una delle migliori mete estive d’Albania, la cui popolarità cresce vertiginosamente anno dopo anno, anche all’estero. In zona ci sono diversi buoni hotel, bei stabilimenti balneari e qualche buon ristorantino a prezzi per lo più ancora ragionevoli. Il borgo di Dhermi in realtà è una frazione del comune di Himarë, una bella cittadina marinara situata appena 15 km più a sud. Lungo il tratto della strada SH8 che va da Dhermi ad Himarë ci sono un paio di minuscoli villaggi e di belle spiagge.

La sua atmosfera rilassata la rende una buona scelta per coppie e famiglie che vogliono trascorrere un tranquillo soggiorno al mare, ma Dhermi ha anche molto altro da offrire. Infatti, si trova proprio in uno dei tratti più panoramici della Riviera Albanese, ed è uno dei principali punti d’accesso ai paesaggi selvaggi della Penisola di Karaburun – famosa per le sue baie, grotte marine e calette nascoste raggiungibili solo in barca o con lunghi trekking attraverso le montagne – e del Parco Nazionale di Llogara, che con le sue meravigliose montagne a picco sul mare offre favolose viste ed è un ottimo posto per sfuggire alla calura estiva e assaggiare qualche specialità della deliziosa cucina albanese di montagna.

LE MIGLIORI SPIAGGE DI DHERMI

Il piccolo borgo di Dhermi, un tempo conosciuto per lo più soltanto dalla gente del posto, sta diventando sempre più una delle più popolari mete balneari d’Albania. Le sue belle spiagge di ciottoli bianchi affacciate su un meraviglioso mare cristallino, rendono Dhermi la meta ideale per coppie e famiglie in cerca di un posto dove potersi godere un po’ di sole e relax in totale tranquillità.

Nonostante l’accresciuta fama, il villaggio di Dhermi mantiene ancora quasi intatta la sua atmosfera calma e rilassata. Il turismo di massa è ancora lontano e i viaggiatori apprezzeranno sicuramente la manciata di hotel a prezzi abbordabili, di vivaci beach club e di belle spiagge, molte delle quali fruibili gratuitamente. Le spiagge sono la vera attrazione di Dhermi, che per il resto è un sonnacchioso villaggio a metà strada tra Valona e le altre favolose mete balneari di Saranda e Ksamil. Per cui non sorprende che chi viene fin qui lo fa per godersi il mare, il sole e i buoni piatti di pesce fresco serviti dai ristoranti della zona.

La più popolare tra le spiagge di Dhermi è quella che si trova proprio ai piedi del borgo, chiamata semplicemente Spiaggia di Dhermi, facilmente raggiungibile a piedi da quasi tutti gli hotel e i b&b del centro, seguita dalla Spiaggia di Drymades (Drimadhë), situata poco più a nord-ovest e famosa per i suoi beach club e hotel fronte mare. Molto bella, e un pochino più appartata, è anche la Spiaggia di Gjipe, situata poco più a sud, ai piedi dell’abitato di Iljas e del borghetto storico di Vuno. Un’altra bella spiaggia – conosciuta per lo più soltanto dalla gente del posto – è quella del vicino villaggio di Jalë, a circa dieci minuti di macchina da Dhermi.

Vale la pena dare un’occhiata anche alla Spiaggia di Palasa (Plazhi i Palasës), fino a pochi anni fa un angolo vergine di macchia mediterranea, che però ora sta rapidamente diventando una delle spiagge più esclusive dell’Albania. Qui è stato recentemente costruito un residence di lusso (situato proprio sulla spiaggia) e un beach club alla moda – il Nazar Beach – con bar (dai prezzi piuttosto eccessivi), lounge con lettini e cabine. Alcune ville del residence sono prenotabili come casa vacanza e vantano una bella terrazza vista mare con giardino e piscina privata.

SPIAGGIA DI DHERMI

La più popolare spiaggia di Dhermi si trova proprio ai piedi della montagna e del borgo ed è una distesa lunga 5 km di finissimi ciottoli bianchi, affacciata su un mare cristallino con mille sfumature d’azzurro e turchese e chiamata semplicemente Spiaggia di Dhermi. Facilmente raggiungibile a piedi dai principali hotel e b&b della zona, ha una atmosfera tranquilla e rilassata. Generalmente non è sovraffollata e ci sono molti tratti accessibili liberamente.

Frequentata per lo più dalla gente del posto e dalle persone che alloggiano nei vari hotel nella zona, la Spiaggia di Dhermi offre diversi stabilimenti balneari dove è possibile noleggiare lettini e ombrelloni di paglia a prezzi abbordabili (intorno ai 1.000 – 1.500 lek per due lettini e un ombrellone, ma se parlate albanese potreste riuscire a pagare molto meno). Alcune bancarelle noleggiano anche moto d’acqua e pedalò, mentre ogni stabilimento ha il proprio bar e alcuni servono anche semplici piatti di mare. Tra i beach club più gettonati ci sono l’Havana Beach Club e il Bacarò Beach Bar.

Molti tra gli hotel di Dhermi più gettonati si trovano proprio ad un passo da questa spiaggia e vantano una bella vista sul mare. Tra questi i migliori sono l’Elysium Hotel, il La Brisa Boutique Hotel, il Royal Blue Hotel, il Blue Boutique Hotel e l’Hotel Imperial. Nei mesi tra giugno e fine agosto gli hotel di Dhermi sono spesso al completo, quindi è consigliabile prenotare con largo anticipo.

SPIAGGIA DI DRYMADHES

Poco più a nord della Spiaggia di Dhermi c’è un’altra bella spiaggia di ciottoli bianchissimi, la Spiaggia di Drymadhes, molto meno turistica rispetto alla precedente. Anche qui ci sono diversi stabilimenti balneari che noleggiano lettini e ombrelloni, oltre ad una decina di bar e ristoranti. I prezzi sono molto simili a quelli della vicina Spiaggia di Dhermi.

Anche intorno alla Spiaggia di Drymadhes stanno sorgendo decine di ville e residence di lusso, ma è ancora possibile trovare anche qualche buon hotel a prezzi abbordabili, come il Vesper Suites, l’Hildon Eco Hotel, l’Hotel Ionian, il Noan Hotel & Resort e l’Hotel Summer Dream.

SPIAGGIA DI GJIPE

Uno dei segreti meglio custoditi di Dhermi è la vicina Spiaggia di Gjipe, una bella baia di ghiaia nascosta tra le montagne e affacciata sul mare cristallino. Un tempo era conosciuta soltanto alla gente del posto, ma ora la voce si sta spargendo in fretta. Nascosta tra aspri promontori ricoperti di macchia mediterranea, a metà strada tra Dhermi e il villaggio di Vuno, la Spiaggia di Gjipe è raggiungibile solo a piedi o in barca.

Ciò che la rende unica è il fatto di essere circondata da alte scogliere e boschi, che la rendono un luogo piacevole per una rilassante giornata di mare. Oltre a qualche modesto chiosco che noleggia ombrelloni e lettini, c’è abbastanza spazio per sdraiarsi con il proprio asciugamano. C’è anche un piccolo bar per un pasto leggero o un drink.

La spiaggia è in realtà l’imboccatura di un canyon, chiamato Canyon di Gjipe, le cui pareti rocciose superano gli 80 metri di altezza. Un sentiero attraversa la valle del canyon e sale sulla montagna fino al villaggio di Ilias, lungo la strada per Dhermi. Il sentiero è lungo 4 km e richiede almeno 1,5 ore di cammino (solo andata).

Per arrivare alla Spiaggia di Gjipe in auto dovrete guidare sulla SH8 in direzione di Iljas, per poi svoltare su una strada secondaria che termina in una sorta di parcheggio sterrato (GPS: 40.13080, 19.65816). Di solito ci sono dei parcheggiatori (non so quanto siano regolari) che chiedono cifre intorno ai 300-400 lek al giorno. Da lì si prosegue a piedi su un sentiero che scende fino alla spiaggia (30 minuti).

A poche centinaia di metri dal parcheggio vale la pena dare un’occhiata al Monastero di San Teodoro, risalente al XIV secolo. Dopo la Seconda Guerra Mondiale venne chiuso e nel 1952 venne trasformato in alloggi per ufficiali della marina sovietica. Nel 1962 venne convertito in un forte d’avvistamento dell’esercito albanese, per poi essere lasciato in totale abbandono negli anni ’90. Nel 2017 è stato ristrutturato ed è ora visitabile gratuitamente.

La Spiaggia di Gjipe può essere raggiunta anche in barca da Dhermi, da Himarë o dalla vicina spiaggia di Jalës. Da Dhermi il viaggio andata e ritorno costa intorno ai 2.500 lek a persona e lungo il tragitto si possono vedere alcune delle tante grotte marine che punteggiano questo tratto di costa ionica. A due passi dalla spiaggia c’è anche un modesto campeggio, il Gjipe Eco Campground, che offre la possibilità di dormire in tenda e di usufruire di bagni e docce in comune. Poco distante, nel minuscolo paesino di Vuno, c’è anche un buon ostello economico, lo Shotgun Hostel, situato in una bella casa tradizionale.

SPIAGGIA DI JALE

Continuando la SH8 verso il villaggio di Vuno potrete giungere ad un’altra bella baia affacciata sulle acque turchesi dello Ionio, la Spiaggia di Jale (Plazhi i Jalës). Situata a pochi chilometri di distanza dalla Spiaggia di Gjipe, quella di Jale è molto più facile da raggiungere (la strada arriva proprio fino alla spiaggia) e decisamente più affollata e vivace, anche per via dei numerosi campeggi, hotel e stabilimenti balneari che la rendono piuttosto frequentata dai giovani.

In estate trovare parcheggio può essere difficoltoso a meno che non siate ospiti di uno degli hotel della zona, comunque di solito si può parcheggiare liberamente lungo la strada. La spiaggia è prevalentemente di ciottoli ed è il punto di partenza ideale per esplorare in barca le minuscole calette nascoste e grotte marine che si trovano appena a nord e a sud, come la Spiaggia di Ksabni e quella dell’Acquario (Gjiri i Akuariumit – GPS: 40.11308, 19.71290), raggiungibili anche in fuoristrada. A nord si possono raggiungere in barca la minuscole spiagge di Enea, di Marmo e delle Capre, oltre alla famosa Spiaggia dei Pirati (Plazhi e Pirateve – GPS: 40.12480, 19.67703) con la sua scenica caverna.

Nei mesi centrali dell’estate la Spiaggia di Jale offre diversi beach club che noleggiano ombrelloni di paglia e lettini (prezzi intorno ai 1.000 lek al giorno per due lettini e un ombrellone). Alcuni noleggiano anche kayak e pedalò. Aspettatevi di pagare prezzi piuttosto più alti invece alla vicina spiaggia del Folie Marine, uno dei beach club più gettonati, che vanta anche uno dei migliori hotel della zona: il Folie Marine Beach Hotel Club, che offre camere moderne con una favolosa vista sul mare, diverse piscine, colazione a buffet inclusa nel prezzo e parcheggio privato gratuito.

LE MIGLIORI COSE DA VEDERE A DHERMI

MONASTERO DI SANTA MARIA

Il piccolo centro storico di Dhermi merita una rapida visita con le sue casette bianche dai tetti arancioni e i tanti vicoletti labirintici che si snodano ai piedi del Monastero di Santa Maria (Manastiri Shën Marisë) e delle piccole chiese in pietra dedicate a Sant’Atanasio e a San Michele che – similmente alle altre chiese e monasteri della regione – appartengono al culto della Chiesa Ortodossa Autocefala Albanese.

Passeggiando tra i vicoli di Dhermi si incontrano facilmente gruppi di anziani che conversano tra loro nel dialetto locale, erede di antichi dialetti greci ormai quasi del tutto scomparsi altrove. Al mattino e alla sera l’aria si riempie del profumo di spezie che evoca antiche ricette tradizionali, mentre una ripida scalinata permette di lasciarsi il paese ai propri piedi e salire fin sopra al Monastero di Santa Maria, che dall’alto della collina offre la migliore vista sull’abitato e sul mare.

Il monastero risale al XVI secolo ed è anche conosciuto come il “monastero bianco” per il colore delle sue pareti. Potreste trovare la porta chiusa, provate a spingerla per vedere se è aperta. I suoi interni meritano assolutamente una visita: resterete sicuramente colpiti dal suo fascino autentico, con i suoi antichi e preziosi affreschi che purtroppo il tempo sta ormai irrimediabilmente cancellando.

PARCO NAZIONALE DI LLOGARA

Se siete di passaggio per Dhermi diretti verso Valona (o se da Valona guidate lungo la SH8 verso Dhermi) il Parco Nazionale di Llogara sarà una delle tappe obbligate del vostro percorso, perché la strada passa proprio per il Passo di Llogara. In ogni caso, soggiornando a Dhermi dovreste mettere in conto di passare qualche giorno (o di fare almeno una gita in giornata) al parco, che a mio avviso è uno dei posti più belli dell’Albania.

Situato a 20 km da Dhermi, il parco offre un paesaggio completamente diverso rispetto a quello della costa, che saprà deliziare gli amanti della natura e offrire rifugio dalla calura estiva. La meta perfetta per una scampagnata in montagna. Il Passo di Llogara si trova ad una altitudine di oltre 1.000 metri, nel cuore dei Monti Acrocerauni, un’aspra catena montuosa che si erge a picco direttamente dalla costa ionica, con vette alte anche oltre 2.000 metri, come il Monte Çika (Maja e Çikës).

Affacciato sul mare e sulla costa a nord di Dhermi, il Parco Nazionale di Llogara è una vera sorpresa per chi viaggia lungo la riviera albanese: il paesaggio cambia drasticamente e le temperature sono molto più piacevoli. In cima ci sono meravigliosi boschi di conifere, habitat naturale di animali selvatici e meta ideale per trekking e lunghe passeggiate nella natura.

Lungo la strada tra Dhermi e il Passo di Llogara ci sono numerose bancarelle che vendono prodotti tipici locali, come l’ottimo miele prodotto nella zona. Ci sono anche alcuni ristoranti che servono deliziose specialità di montagna, tra cui sono molto popolari il capretto, l’agnello o il montone cotti lentamente allo spiedo.

Vi consiglio vivamente di pernottare sul Passo di Llogara e cenare sul posto, così da poter godere a pieno della bellezza e della rilassatezza che infonde questo posto. La scelta migliore è il Llogora Tourist Village, un buon hotel moderno e confortevole, che offre ottimi servizi per coppie e famiglie, tra cui una piscina coperta, una sauna e un grande parco dove ci sono cerbiatti che scorrazzano liberamente! I bambini (e non solo) adoreranno vederli da vicino!

BAIA DI GRAMA E LE PICCOLE BAIE DELLA PENISOLA DI KARABURUN

A nord di Dhermi si apre un favoloso tratto di costa vergine ed incontaminata, stretto tra il mare turchese e i ripidi pendii delle sovrastanti montagne del Parco Nazionale di Llogara, un vero paradiso per gli escursionisti. Lungo la costa, accessibile soltanto via mare o attraverso lunghi trekking – come il Sentiero dei Tre Parchi che dal Passo di Llogara scende verso il mare passando per l’altopiano di Qafa e Thellë (GPS: 40.21163, 19.54627) – si aprono diverse minuscole baie deserte che sono una vera oasi di pace e meraviglia per escursionisti e navigatori.

Venendo da sud, la prima è la favolosa Baia di Sant’Andrea (GPS: 40.19774, 19.50765), seguita da una manciata di minuscole insenature rocciose e grotte marine. Tra le piccole insenature, una delle più belle è quella di Gjiri i Llovizit (GPS: 40.24104, 19.45172), caratterizzata da una caverna affacciata proprio sulla spiaggia e collegata attraverso uno stretto passaggio interno ad una bella grotta azzurra. Andando più a nord si entra nel territorio del Parco Nazionale Marino di Karaburun-Sazan, famoso per le sue meravigliose baie secluse e grotte marine, più facilmente raggiungibili dal villaggio di Orikum e da Valona.

Molto scenico è anche il Kanioni i Skafistave, una stretta insenatura con grotte marine e anfratti un tempo frequentati dalla foca monaca mediterranea, il più raro pinnipede del mondo, che ora solo molto raramente è avvistabile in queste acque.

La più bella tra le insenature a nord di Dhermi è però la Baia di Grama (Plazhi i Gramës), una favolosa spiaggia accessibile solo dal mare e nascosta tra alte pareti rocciose. Qui il mare, limpido e ricco di sfumature d’azzurro e smeraldo, è solitamente calmo, e lambisce dolcemente una piccola spiaggia di ciottoli bianchi. Il nome della baia deriva dal suo affascinante passato: qui, fin dall’antica Grecia, i marinai portavano navi e vascelli al riparo durante le tempeste, sfruttando la naturale protezione dai venti fornita dalle alte scogliere della baia.

Nell’antichità questo posto era famoso anche per le sue cave di marmo e ancora oggi è possibile vedere le incisioni lasciate da operai e marinai, risalenti al IV secolo a.C.. Tra queste è possibile riconoscere nomi e preghiere rivolte alle divinità del mare, scritte per lo più in antichi dialetti greci che curiosamente sono ancora parlati dai nativi di Dhermi e dei villaggi circostanti. Si ritiene che il nome Grama derivi quindi dalla parola greca “gramma”, che per l’appunto significa lettera. Mentre vi godete il sole e il bel mare della baia cercate le iscrizioni sulle rocce nei dintorni: ce ne sono centinaia, risalenti per lo più all’epoca romana e greca.

La Baia di Grama può essere raggiunta con tour in barca che nella stagione estiva partono da Dhermi o da Valona. Ci vogliono circa 45 minuti per arrivarci in barca.

CANYON DI GJIPE

Il Canyon di Gjipe si estende dal mare – dove la sua foce è rappresentata dalla bella Spiaggia di Gjipe – fino all’abitato di Iljas, formando una scenica vallata lunga 800 metri e larga tra i 20 e i 100 metri. Le sue alte pareti rocciose sono state scavate nel corso dei millenni da un torrente che un tempo scorreva impetuoso dalle montagne sovrastanti e che ora stagionalmente ricompare come un piccolo rivolo d’acqua.

Reso noto dalla vicina spiaggia, il Canyon di Gjipe è facilmente raggiungibile da Dhermi ed è un buon posto per una bella passeggiata nella natura. Diversi sentieri dalla spiaggia risalgono verso i pendii laterali e l’abitato di Iljas, rendendo il canyon accessibile sia dal villaggio che dalla strada che porta verso il Monastero di San Teodoro e la spiaggia. Lungo il percorso, che si snoda tra la macchia mediterranea e boschetti di specie arboree autoctone, come il carrubo, l’olivo e varie latifoglie illiriche, potrete vedere anche alcune caverne e, con un po’ di fortuna, avvistare qualche raro esemplare di tartaruga mediterranea (il cui nome scientifico è Testudo H. Boettgeri).

I MIGLIORI POSTI DOVE MANGIARE A DHERMI

La maggior parte dei ristoranti di Dhermi si trovano lungo le principali spiagge del villaggio. Molti degli hotel hanno un proprio ristorante, mentre quasi tutti i beach club e i ristorantini lungo la Spiaggia di Dhermi e quella di Drymadhes servono principalmente piatti di pesce (cucina per lo più d’ispirazione italiana) e qualche specialità albanese. La qualità e i prezzi sono molto variabili.

Chi cerca un posto alla moda che serve buone specialità di pesce potrebbe optare per l’Azul by Havana, situato proprio sulla Spiaggia di Dhermi. Altri ristoranti nella zona, come il Pajti Bar Restorant e Diego Bar Pizzeri Restorant servono buoni piatti di pesce meno pretenziosi, a prezzi più abbordabili.

Una delle mie scelte preferite è Taverna Fevan, un buon ristorante a conduzione familiare situato lungo la strada principale SH8. Serve specialità regionali preparate con ingredienti freschi locali. Vale la pena provare il loro tavë kosi (agnello al forno con yogurt), ma deve essere richiesto al momento della prenotazione poiché richiede molto tempo per la cottura. Comunque i piatti di agnello sono tutti buoni, così come il pesce alla griglia e altre specialità locali. Fatevi dare un posto sulla bella terrazza con vista sul mare, se disponibile.

Buono anche il ristorante del Campeggio Paradise, un posto rustico a conduzione familiare a due passi dalla Spiaggia di Drymadhes. Serve buoni e semplici piatti di mare, grigliate di pesce e qualche specialità locale in un bel giardino ombreggiato. C’è anche una buona scelta di opzioni vegetariane.

Se avete voglia di prendere la macchina e farvi un giro nei dintorni, fate un salto al Bar Restaurant Marko a Vuno, che serve buone specialità alla griglia cucinate con passione, a partire dall’agnello locale (allevato direttamente dal proprietario a due passi dal ristorante) da annaffiare con un buon vinello della casa o con un bel bicchiere di birra fresca. Per una bella mangiata di pesce invece potreste allungarvi fino alla Spiaggia di Jale, dove il Restaurant Kapiteni serve buone grigliate di pesce, fritture e piatti di pasta a prezzi onesti.

Se volete giusto qualcosa di autentico e poco costoso da mettere sotto i denti, ho per voi un indirizzo segreto e molto apprezzato dalla gente del posto: Maestro Grill Sufllaqe, situato lungo la SH8 verso Drymadhes è un posto spartano, con servizio rude e alla buona, che serve i migliori souvlaki e gyros della zona a prezzi modici. Preparatevi a sgomitare tra i locali per avere un tavolino!

COME ARRIVARE A DHERMI

Dhermi si trova proprio lungo la strada SH8 che attraversa tutta la Riviera Albanese da Saranda a Valona per poi proseguire verso Fier, Durazzo e Tirana. Il modo migliore di arrivare a Dhermi è quindi in auto: per chi viaggia lungo la Riviera Albanese e vuole esplorare le meraviglie naturali e storiche della regione, godersi le migliori spiagge e i migliori ristoranti tradizionali, avere un’auto a disposizione è essenziale.

Se non state viaggiando in Albania con la vostra auto, potreste noleggiarne una Saranda, Valona o in qualsiasi altra grande città. Prenotando in anticipo si ottengono prezzi molto abbordabili e la benzina costa un po’ di meno rispetto all’Italia. Potrete trovare le offerte migliori (e avere la garanzia di noleggiare da autonoleggi onesti e affidabili) su Rentalcars.com o Discovercars.com.

ARRIVARE A DHERMI IN AEREO

Gli aeroporti più vicini a Dhermi sono l’Aeroporto Internazionale di Corfù (Grecia) o l’Aeroporto Internazionale di Tirana. Da Corfù ci sono traghetti diretti per Saranda, dove potrete noleggiare un’auto o proseguire in autobus per Dhermi. Da Tirana la soluzione migliore è noleggiare un’auto, altrimenti potreste prendere un autobus per Valona o per Saranda, cambiando una volta arrivati per Dhermi. Ci sono anche alcuni (poco frequenti) autobus diretti per Dhermi (vedi sotto).

ARRIVARE A DHERMI DA CORFÙ

Molti viaggiatori arrivano a Dhermi da Corfù, dato che è la via più rapida e spesso meno costosa. Durante la stagione estiva l’Aeroporto di Corfù vanta collegamenti giornalieri con decine di destinazioni in Italia e in Europa, compresi molti collegamenti low-cost. L’aeroporto dista appena 2,5 km dal porto di Corfù ed è facilmente raggiungibile con un bus locale, con una passeggiata di mezz’ora o con una rapida corsa in taxi.

Dal porto di Corfù ci sono una decina di traghetti al giorno verso il porto di Saranda (da 30 min a 1,5 ore, biglietti da 20-30€), da lì potrete noleggiare un’auto o prendere un autobus per Dhermi. Specialmente in alta stagione le tratte da Corfù a Dhermi e quella da Dhermi a Corfù sono molto richieste, per cui è meglio prendere i biglietti con un certo anticipo. Potete trovare orari e prezzi aggiornati dei traghetti su Direct Ferries.

ARRIVARE A DHERMI IN AUTOBUS DA TIRANA

I backpackers che vogliono raggiungere Dhermi con uno dei bus locali da Tirana potrebbero provare a controllare gli autobus in partenza per Dhermi presso la Stazione dei Bus Regionali per il Nord e Sud Albania (Terminali i Autobusave të Jugut dhe Veriut), situata a circa 30 minuti di auto dal centro della città (GPS: 41.34438, 19.77727). In genere ce ne sono 1-2 al giorno, di solito la mattina presto o a metà giornata. I biglietti partono da 1.000 lek. Per arrivarci si può prendere l’autobus che ferma vicino al Museo Nazionale di Storia, direzione Instituti Bujqesor. Chiedete all’autista di lasciarvi alla stazione degli autobus regionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *