Cosa Vedere a Parigi: alla scoperta degli angoli più belli della città

Parigi Cosa Vedere - Panorama Parigi - Parigi di Notte - Tour Eiffel - Paris by Night
Cosa vedere a Parigi? Un viaggio alla scoperta delle meraviglie della capitale di Francia. Oltre 10 posti imperdibili da esplorare da soli o in dolce compagnia.

La città di Parigi è divisa in Arrondissement, ovvero 20 circoscrizioni distribuite a spirale a partire dal centro. Ogni arrondissement ha un suo carattere, una sua anima e una sua storia.

Oltre ai luoghi più famosi, come la Torre Eiffel, l’Arco di Trionfo e gli Champs-Élysées, Parigi nasconde delle vere perle che meritano di essere scoperte, arrondissement dopo arrondissement.

Andiamo oltre le classiche liste delle 10 cose da vedere a Parigi verso un viaggio che ci porterà alla scoperta degli angoli più belli della città.

COSA VEDERE A PARIGI: GLI IMPERDIBILI

1° Arrondissement: Louvre & Champs-Élysées

Il cuore di Parigi, culla dell’eleganza e della cultura. In questa zona è situato il Museo del Louvre, con le sue famose piramidi di vetro e la crème de la crème dei capolavori dell’arte europea.

Altri musei di grande interesse sono l’Orangerie e il Museo D‘Orsay. A due passi ci sono gli Champs-Élysées e si può decidere di continuare la passeggiata verso l’Arc de Triomphe, di percorrere l’elegante rue Saint’Honoré o di dare un’occhiata al Palais Royal. 

E’ il cuore della città. La Parigi romantica delle passeggiate lungo la Senna. Ponti, luci e anche buoni bistrot e ristoranti di alto livello.

4° Arrondissement: Notre Dame, la Santa Cappella e uno scorcio de Le Marais

Proprio nel cuore della città sono situate le due meravigliose isole della Senna che meritano decisamente di essere posizionate in cima alla classifica di cosa vedere a Parigi: l’Ile de la Cité e la piccola e sottovalutata Ile de Saint Louis.

Proprio sull’Ile de la Cité è situata la Cattedrale di Notre-Dame, capolavoro di arte gotica con elementi di derivazione romanica, le cui origini risalgono al 1163. La Cattedrale conserva alcune delle reliquie più importanti della cristianità: la Corona di Spine e un chiodo della croce di Cristo. 

Siete nel punto da cui si misura la distanza tra la Francia e ogni Paese del mondo: proprio davanti la Cattedrale si trova il Punto Zero, convenzionalmente l’origine di tutte le strade di Francia.

A due passi da qui è possibile passeggiare per uno dei quartieri più eleganti e altolocati di Parigi: le Marais. Altrimenti potete inoltrarvi nel Quartiere Latino, tranquillo e allo stesso tempo frizzante, è la zona universitaria parigina.

Notre Dame Parigi Visitare

7° Arrondissement: Tour Eiffel

E’ nel 7° Arrondissement che realizzerete davvero di essere a Parigi, perché qui siete proprio sotto la Tour Eiffel, costruita per l’Expò del 1889 e divenuta simbolo di Parigi e di tutta la Francia dopo una quasi fortuita sopravvivenza.

L’idea originaria era di smantellarla al termine dell’expò, ma fu tenuta in piedi solo perché considerata strategica per le comunicazioni della nascente radiotelegrafia. Ancora oggi è cruciale per le comunicazioni parigine.

Se volete potete salire sulla Torre, ci sono ascensori e scale che arrivano fino al secondo piano e da lì un unico ascensore fin sopra la sommità. Preparatevi a lunghe code e un prezzo non proprio piccolo da pagare. La vista su Parigi è mozzafiato, ma manca qualcosa per essere Parigi… la Tour Eiffel stessa.

Due piccoli segreti sulla Tour Eiffel: benché tutti i turisti del mondo si limitino a salire sulla Torre, i più curiosi apprezzeranno sapere che c’è qualcosa “oltre”. E pochi sanno che sulla sommità della Tour Eiffel è presente l’ufficio segreto di Gustav Eiffel, un vero e proprio appartamentino dove l’ingegnere era solito incontrare gli ospiti.

Ancora meno noto è il fatto che nel sottosuolo di Campo di Marte è presente il bunker della stazione radiotelegrafica militare, risalente alla Seconda Guerra Mondiale, e che è possibile vedere i meccanismi degli ascensori, ancora oggi quelli originali dell’epoca.

Tour Eiffel Parigi Visitare

8° Arrondissement: Arc de Triomphe

Con una comoda camminata dalla Tour Eiffel, passando per la meravigliosa veduta dal Trocadero, si raggiunge l’Arc de Triomphe costruito in onore delle numerose vittorie di Napoleone.

Da qui comincia il viale degli Champs-Élysées, e in direzione opposta si intravedono i grattacieli de La Defense, il quartiere finanziario di Parigi.

Arc de Triomphe Parigi Arco di Trionfo

9° Arrondissement: Opera, Grand Boulevard e La Fayette

Una bella passeggiata per i viali parigini, basta poco per sentirsi un flaneur. Questa è la zona dello shopping e delle serate mondane. Tutt’intorno ci sono teatri, cinema, ristoranti e champagnerie di livello.

Non potrete fare a meno di notare le Galeries La Fayette Haussmann, centro commerciale dislocato su più edifici il cui nucleo storico è un meraviglioso esempio di art nouveau.

Accanto a La Fayette c’è un altro centro commerciale: Printemps. Questi non sono solo negozi, ma è pura magia. Quasi mi riaffiora alla mente quando ero bambino e in tv davano Grandi Magazzini o le Comiche 2 nelle parti girate dentro la Standa. 

Anche solo le vetrine di questi centri commerciali sono una particolarità: ogni vetrina è uno spettacolo di burattini mossi da un meccanismo, ognuno offerto da una marca. Tenete in considerazione che la domenica sono chiusi entrambi. Se vi state domandando cosa vedere a Parigi, le vie dello shopping hanno sicuramente il loro fascino!

Proseguendo per il viale si incontra l’Opéra National de Paris, o meglio Palazzo Garnier, sede che accoglie il top della danza mondiale. La zona circostante è piena di bei locali, ristoranti storici con prezzi medio alti, e una buona scelta di cabaret.

Opera Parigi

18° Arrondissement: Montmartre, Sacré Coeur, Moulin Rouge

La Parigi degli Aristogatti e del Favoloso Mondo di Amélie è qui, su una delle colline più alte della città dalla quale si gode di una vista mozzafiato. Qui troverete turisti a palate, con una vasta scelta di caffé e bistrot.

Qui nell’ottocento, quando ancora pullulavano orti, vigne e mulini a vento, si radunavano per passare intere giornate poeti e pittori impressionisti, oltre ad artisti vari e debosciati.

Sulla sommità della collina domina la bianchissima Basilica del Sacro Cuore, di fine 800. Dal piazzale e dalla scalinata si gode di una vista magnifica. 

Da Place de Clichy si sale verso Montmartre passando per Pigalle, la zona dei cabaret e dei locali a luci rosse. Quando in questa zona pullulavano i bordelli i soldati alleati si recavano qui per divertirsi, per questo era soprannominata Pig Alley, e da lì Pigalle.

Oggi ci sono molti sexy shop e alcuni locali ambigui (fate attenzione che potreste ritrovarvi conti da capogiro senza sapere né come e né perché). Qui troviamo anche un altro posto leggendario, che ha fatto la storia del cabaret e del burlesque: il Moulin Rouge.

Moulin Rouge Parigi Pigalle Montmartre

Se avete un po’ più di tempo da passare a Parigi vi consiglio anche questi altri posti:

10° Arrondissement: Canal St. Martin

La zona attorno al Canal St. Martin è una delle parti di Parigi misteriosamente meno esplorate dai turisti nonostante l’intreccio di ponti e vicoli permetta di trascorrere del tempo passeggiando tranquillamente.

11° Arrondissement: Bastille

La zona attorno a Place de la Bastille è il nuovo cuore della movida parigina. Ricca di locali e divertimenti, ottimi caffé e posti dove fare qualche spuntino anche a tarda ora. Da qui la vita notturna di Oberkampf, République e Belleville è tutta ai vostri piedi!

17° Arrondissement: Batignolles e Place de Clichy

Il diciassettesimo è uno degli arrondissement più sottovalutati. E’ completamente fuori dai circuiti turistici e principalmente frequentato da parigini, il posto ideale per avere un assaggio della vera vita parigina. Ci sono bei parchi e bei ristorantini.

E’ possibile trovare alberghi a buoni prezzi e ci sono ottimi collegamenti che permettono di raggiungere tranquillamente ogni parte di Parigi.

La zona è molto multietnica, specialmente nella parte più periferica (oltre la périphérique il quartiere è occupato da una folta comunità marocchina) per questo sono presenti molti ristoranti etnici di buon livello. Sempre nel 17° si trova la Defense, quartiere moderno e tecnologico, ricco di spettacolari grattacieli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.