Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l’avventura.
La gioia di vivere deriva dall’incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell’avere un orizzonte in costante cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso.

Christopher McCandless

MIRKO CARNEVALE

Provinciale di nascita, romano d’adozione, nomade d’elezione.
Ho vissuto tra gli hippies in Olanda, allevato alpaca in Svezia e rimasto senza benzina nel Guangxi.
Amo la buona cucina e adoro cucinare: che sia una carbonara giusta a Roma o un filetto di renna in Lapponia.

In Turchia mi hanno scambiato per turco. In Russia per russo. In Norvegia per norvegese.
In Romania mi hanno rimbalzato alla frontiera perché al fatto che fossi italiano non ci credevano proprio.

info [at] oltrelalineadiconfine.it

[break]

I miei lavori sono stati pubblicati da:
MEDIASET TGCOM24 / ANSA  / AFP / IL MESSAGGERO / KIKAPRESS / YAHOO NEWS / SKY NEWS / ALFEMMINILE.COM / IL CORRIERE LAZIALE / CORBIS IMAGES / SKUOLA.NET

[break]

[break]

Raccontare il MONDO

Per il viaggio servono: buone scarpe, intimo, un paio di pantaloni, una maglietta, una giacca, un copricapo perché non si sa mai. Passaporto e qualche spicciolo. Macchina fotografica. Un paio di buoni obiettivi che siano fedeli alla tua idea di visione del mondo. Schede di memoria a volontà. O un pacco di Kodak Tri-X 400 se sei un nostalgico buongustaio.

Sacrificio. Fede. Umiltà. Perseveranza.
L’amore per il reportage è il motore che mi spinge ogni giorno “oltre la linea di confine” e la strada è severa maestra.

Raccontare il mondo, le sue sfumature, i suoi popoli ed i suoi drammi. Viverlo come una missione e come una responsabilità.


My Place Home

Nel corso dei miei viaggi ho avuto l’opportunità di spingermi fino in Cina, dove ho documentato la vita nelle campagne più remote nelle province dello Shanxi, del Guangxi, dello Yunnan, del Sichuan e della Manciuria Interna. Ho viaggiato più volte nei Paesi dell’ex blocco sovietico e in Russia. In Ucraina ho lavorato ad un reportage sulla Zona di Esclusione di Chernobyl e sulle persone che illegalmente sono tornate a vivere nella Zona. Sono stato tra i primi reporter italiani a svolgere un progetto sulla Transnistria, la terra di nessuno filo-russa al confine tra la Moldavia e l’Ucraina.

  

Ho vissuto per un mese tra le famiglie berbere del Marocco. Ho attraversato tutto il Sud della Groenlandia, di villaggio in villaggio, di fiordo in fiordo. Ho vissuto per oltre due mesi con le genti della Lapponia, tra Norvegia, Svezia e Finlandia, per un mese e mezzo tra salmoni, pecore e cacciatori di balene alle Isole Faroe e per un mese con una famiglia hippie su un’isola dell’Olanda del Nord. Ho attraversato tutti i Balcani spostandomi con autobus locali, dalle città ai villaggi più remoti, passando per le zone ancora minate della Bosnia e per un Kosovo appena in rinascita. Mi sono innamorato di Berlino e commosso sul Ponte di Glienicke.

[break]

Featured PROJECTS

[break]

R307

R307 è il nome di una strada che scavalca le vette dell’Alto Atlante attraversando orizzontalmente il Marocco, da Marrakech verso il sud-est del Paese.
E’ il punto di partenza di un viaggio nel cuore della cultura berbera, tra villaggi remoti di montagna e accampamenti nomadi lungo il confine algerino, nell’orizzonte senza fine del Sahara. Un viaggio fatto di genti, di strette di mano, di sorrisi e di tensioni. Casa dopo casa, famiglia dopo famiglia, tra cieli stellati e polvere.

[break]

[break]

Et in Terra PAX

Roma è una delle più grandi metropoli d’Europa. Caotica, difficile, ingovernabile. Meravigliosamente affascinante.
Ma Roma vive lontana dalle strade del centro e dalle vetrine di via Condotti. Vive nei condomini, negli appartamenti delle periferie, sotto i ponti del Tevere.

Una Roma nascosta. La Roma degli ultimi, che nessuno vuole vedere. La Roma della vita amara, non certo quella della Dolce Vita.
Una Roma difficile che con pazienza viene portata in superficie. Dalle periferie più dure emergono storie di umanità, di chi la vita è costretto ad affrontarla ogni giorno a denti stretti.

[break]

[break]

Testimoni della STORIA

Da bambino sognavo di fare il giornalista. Prendevo carta e pennarelli colorati e creavo il “mio” giornale. Lo riempivo di fatti di attualità locale e poi lo distribuivo ai miei coetanei. Il primo numero fu un successo, restai chiuso in casa tre giorni per produrne altre copie.

Ero totalmente affascinato dalla magia del racconto. Una magia che in qualche modo mi sono portato dietro nel tempo e che con il tempo stesso si è fatta consapevolezza. Consapevolezza di quanto sia fortunato un giornalista ad essere testimone diretto della Storia. E di quanta responsabilità ci sia dietro il raccontarla.

Dal 2011 sono fotogiornalista e visual storyteller. Dal 2014 sono iscritto all’Ordine dei Giornalisti.

 

MIRKO CARNEVALE
Fotogiornalista & Visual Storyteller

PER INFO E COLLABORAZIONI
info [at] oltrelalineadiconfine.it